Tizen, Firefox OS e Sailfish OS: su chi scommettere?

26 novembre, 2013 2 Commenti »

Il panorama dei sistemi operativi mobile basati su Linux cresce a dismisura. Che futuro ci attende? Chi sarà il prossimo vero rivale di Android?


Quando si parla di sistemi operativi mobile, Android, si sa, regna sovrano assieme ad iOS. Ma se pensiamo che tutte le nuove leve che stanno per nascere (o che hanno già fatto la loro prima apparizione) non abbiano potenzialità, ci sbagliamo di grosso. Dopotutto, non dobbiamo mai dimenticare che agli albori, anche Android veniva snobbato da molti utenti che continuavano a preferire Symbian o altri sistemi.

Prendiamo come esempio Tizen che, come ben sappiamo, sta vedendo la collaborazione di Samsung, Intel e The Linux Foundation. Il nuovo OS è già in grado di funzionare non solo su smartphone e tablet, ma anche su fotocamere (come la NX300M) e sistemi di infotainment. Alcuni continuano a sostenere che si tratti di un sistema già morto dalla nascita (forse perché si porta dietro l’eredità di Bada?) ma non è esattamente così. Tralasciando che Samsung ha già pensato di equipaggiare un frigorifero (sì, avete letto bene) proprio con Tizen, il colosso coreano è visto dagli utenti un po’ come Apple. Milioni di “seguaci” in tutto il mondo sono disposti a dare fiducia a Samsung e, magari, potrebbero preferire uno smartphone Tizen powered ad un Android.

E poi c’è Sailfish OS, sempre basato su Linux, e sviluppato da Jolla, azienda nata da una manciata di ex-dipendenti Nokia. Proprio nella giornata di domani verrà presentato il primo telefonino equipaggiato con questo sistema operativo e le aspettative, almeno in Finlandia, quasi sicuramente non verranno deluse.

Per non parlare poi di Firefox OS che sta facendo felici molti utenti (anche europei) che non hanno la possibilità di investire parecchie centinaia di euro per l’acquisto di un nuovo smartphone e che dunque cercano le massime prestazioni da device di fascia bassa. È questa la fortuna di Mozilla Foundation.

Altra parentesi è Ubuntu Touch che, almeno fino ad oggi, ha un po’ deluso il pubblico: forse Canonical avrebbe potuto rimandare il rilascio della prima release creando qualcosa di più stabile e ricco di funzionalità? Quel che è certo è che le alternative ad Android basate su Linux di certo non mancano. Fra qualche mese, il panorama degli OS mobile potrà essere realmente vasto e maturo. E, avendo più scelta, forse Android perderà una cospicua fetta di mercato. Fetta che andrà divisa tra i vari “concorrenti”. E voi, su quale sistema operativo mobile puntate?

tizen

Fonte: Techrights

Potrebbero interessarti ...

  • Enzo

    Su Windows Phone.

    • Lorenzo

      Ahahhahahhahahaha!!! Mi piacciono le barzellette!