Android 4.1 protegge meglio l’utente dai malware

18 luglio, 2012 Nessun commento »

Il security researcher Jon Oberheide ha affermato che l’ultima release di Android, ovvero la versione 4.1 Jelly Bean, dispone di protezioni estremamente difficili da aggirare. Rispetto al passato, pare proprio che Google abbia fatto grandi passi in avanti in materia di sicurezza.


Secondo Oberheide l’ultima release del sistema operativo realizzato da Google ha eretto delle difese finalmente efficaci e tali da essere estremamente difficili da aggirare, grazie anche all’adozione di uno standard di sicurezza che protegge gli utenti da attacchi e manovre di hacking il cui fine è quello di installare applicazioni malevole sul sistema all’insaputa dell’utente.

Oberheide ha spiegato che Android 4.1 Jelly Bean sarebbe la prima versione di Android ad implementare in maniera ottimale lo standard di sicurezza “address space layout randomization” (ASLR). Questo significa che Google, dopo aver più volte ricevuto aspre critiche a proposito della vulnerabilità del suo sistema operativo, si è finalmente decisa a risolvere una volta per tutte il problema (o perlomeno ci ha provato).

La versione precedente di Android, ovvero Ice Cream Sandwich, utilizzava già l’ASLR, ma questo era implementato in maniera sommaria, cosa che lasciava aperte alcune porte per hacker e malware. A questo punto, viene a cadere (si spera) una delle maggiori critiche verso Android. Ora tocca solo sperare che l’adozione del nuovo sistema operativo sia più veloce rispetto a quanto avvenuto in passato.

Stack_Overflow_4

Potrebbero interessarti ...