Tizen come Bada? Speriamo di no!

27 gennaio, 2014 2 Commenti »

Il nuovo sistema mobile firmato Samsung si porta dietro il peso di Bada rivelandosi solo un immenso flop? C’è chi dice di sì e chi invece dà un parere negativo. Ragioniamo insieme.


C’è chi ha già soprannominato la nuova piattaforma mobile di casa Samsung “Bada II – La vendetta”, osservandola con un po’ di diffidenza e vedendo in lei solo un altro fallimento ereditato dal precedente tentativo del colosso coreano di staccarsi da Android. Ma forse non andrà proprio così. Questa volta, accanto al nome Samsung non ci sono proprio due sprovveduti: Intel e The Linux Foundation hanno investito tanto per creare un sistema stabile e degno di nota e di certo non avrebbero perso tempo nel costruirsi una strada verso il fallimento.

Ai tempi di Bada, Samsung non godeva di quella popolarità che ha oggi, a tal punto che sempre più spesso viene paragonata ad Apple, quantomeno per il legame che ogni utente ha con quel marchio: capita quasi quotidianamente di aver a che fare con gente non molto esperta e convinta che quell’Android che batte all’interno del tanto amato S3 o S4 di turno sia davvero un prodotto di Samsung. Dunque, tutto lascia pensare che, almeno questa volta, le cose vadano diversamente.

Ogni prodotto sfornato da Samsung è oggi un successo, merito forse non tanto di una qualità costruttiva degna di nota o un ottimo lavoro software (basti pensare all’interfaccia TouchWiz che sarebbe capace di laggare anche con il miglior hardware in circolazione), ma da un eccellente reparto marketing. Dopotutto, è proprio il marketing l’ingranaggio fondamentale che (oggi) determina il successo di un’azienda.

In definitiva, se Samsung ci saprà fare, Tizen potrebbe rivelarsi il vero successo del 2014 e Android potrebbe incominciare a tremare (per lo meno un po’) perdendo quella fetta di utenti che di software, così come di hardware, non ci capiscono poi così tanto. E gli utenti più esigenti? Beh, quelli decideranno di passare a Tizen solo se qualche benchmark riuscirà a stravolgere le cose. Ma questo è solo uno dei tanti pensieri. Quel che ci interessa è sapere la vostra.

tizenos

Fonte: PhoneDog

Potrebbero interessarti ...

  • 1cr

    Onestamente ho usato l’ N900 con maemo e l’ho trovato molto comodo e interessante come smartphone, come terminale, elogio tutti i tecnici del progetto Freemantle successivamente licenziati (secondo me sbagliando clamorosamente) da Nokia.
    Poi, dalle ceneri di Maemo arrivò Meego e poi Tizen… ho provato a scaricare più volte tutti e tre i sistemi così come a fleshare il vecchio N900… niente che noi umani riusciremmo a fare anche per ostacoli proprietari invalicabili strada facendo, o per lo meno, io non ci sono riuscito…
    tuttavia, da utente, mi sento di dire che Maemo era un ottimo sistema, forse troppo emancipato per il suo tempo e un po’ frustrato dal basso HW dotazione dell’N900 ma molto meglio di Android (che sarebbe una specie di GNU/linux giocattolo) L’N900 per completezza e flessibilità avevea tutto il potenzialie di un vero e proprio PC in tasca su cui il telefono era un’applicazione…
    Francamente sono molto curioso riguardo a Tizen.
    Secondo me samsung dovrebbe fare una versione modificata del Note2 con le batterie zerolemon, migliorando l’HW in dotazione e ottimizzando il SW proprio con Tizen o con Ubuntu mobile…

    • tone

      Se hai un N900, dovrebbero esserci dei port di SailfishOS.
      Il sistema operativo mobile sviluppato dai ex-dipendenti Nokia di Meego
      che hanno fondato Jolla.