Ubuntu Touch e Firefox OS: inizia la battaglia

3 marzo, 2014 5 Commenti »

Durante il Mobile World Congress sono stati presentati due nuovi smartphone equipaggiati con Ubuntu Touch. Ma riusciranno a raggiungere gli stessi risultati delle soluzioni Firefox OS powered? Parliamone assieme.


Con il MWC 2014 che ha chiuso i battenti, eccoci pronti a discutere ancora una volta di Ubuntu Touch e del futuro del nuovo sistema operativo firmato Canonical. Durante l’evento sono stati presentati i due primi device equipaggiati con l’OS partorito da Mark Shuttleworth: il BQ Aquaris ed il Meizu MX3 (leggi, Ubuntu Touch: Meizu MX3 è una bomba di device!).

Ed è così che, prendendo spunto dal nostro lettore Fabio, abbiamo deciso di dedicare qualche riflessione in più sul futuro di Ubuntu Touch e, più in particolare, se effettivamente quella intrapresa da Canonical sia effettivamente la strada giusta. Sì, è vero, più e più volte ci siamo smentiti per poi confermare tesi lanciate in precedenza. Ma si sa, in questo momento attorno ad Ubuntu Touch (così come a qualsiasi altro sistema mobile emergente) ruota solo incertezza.

E chi è quel pazzo che spenderà centinaia di euro per un sistema che avrà a disposizione un centinaio di applicazioni?

Questo è ciò che scrive il nostro lettore ed, effettivamente, come non essere d’accordo? Per quanto il Meizu MX3 ed il BQ Aquaris siano device prodotti da aziende che non possono di certo permettersi il lusso di praticare prezzi spropositati conquistando comunque gli utenti (Apple e Samsung ne sono l’esempio lampante), il loro costo non sarà quasi sicuramente inferiore alle 200 euro. Ciò equivale a dire che ogni utente che vorrà mettere alla prova Ubuntu Touch acquistando un vero e proprio “ubuntufonino” dovrà effettivamente investire una cifra non poi così abbordabile. Se a questo ci aggiungiamo pure la scarsissima disponibilità di applicazioni la risposta viene quasi spontanea: nessuno, almeno in Italia, vorrà scommettere un solo centesimo sul futuro della distro mobile firmata Canonical. E, continuando a citare il commento del nostro lettore:

Molto più logica a mio avviso è stata la scelta di Mozilla: partire da un mercato entry-level per poi evolversi pian piano.

In realtà, nei piani di Mozilla Foundation non c’è un mercato entry-level, ma un mercato emergente. Dunque, non possiamo parlare di utenti che hanno poche pretese, ma di Paesi che, purtroppo, non possono permettersi certi lussi (perché un telefonino costoso è ormai considerabile un vero e proprio lusso). Anche Canonical sta cercando di adottare una tale politica anche se almeno al momento non ha reso pubblica la lista dei Paesi prescelti per il lancio dei due device (Cina esclusa). Mozilla e Canonical hanno un qualcosa in comune: i mercati emergenti. Ma al tempo stesso hanno una grossa differenza: il target (economico) da catturare. Una motivazione però c’è e ci si arriva in pochi secondi. Ubuntu Touch ha dei requisiti minimi di sistema decisamente più elevati rispetto a Firefox OS. Basti pensare ai 2 GB di memoria RAM senza i quali Ubuntu Touch incomincia a dare segni di squilibrio. Dunque, forse l’azienda di Mark Shuttleworth ha sbagliato tutto fin dall’inizio del suo progetto? A voi la parola.

Ubuntu_Touch

Potrebbero interessarti ...

  • carlo

    …a mio parere state parlando di due cose diverse, Ubuntu punta alla convergenza e ne fa un punto di forza, giusto o sbagliato, questa è la linea.
    Ubuntu Touch sarà il mio primo smartphone e per quanto riguarda le applicazioni cresceranno e si dice che arriverà una compatibilità con quelle di Android. Quindi non mi sembra questo un gran problema…ma non disdegno neanche FirefoxOS, ma avranno target e priorità diverse.

  • Mte90Net

    Firefox OS al momento ha più di 3000 applicazioni, è un sistema che è già in uso e sta evolvendo mentre Ubuntu Touch un sistema novello che ancora deve smazzarsi e vedere come migliorare. Firefox OS invece esiste da un bel pò, è migliorato e le nuove versioni lo migliorano ancora di più.
    La facilità di sviluppo, la semplicità e l’intuività di Firefox OS distanzieranno la concorrenza già durante quest’anno. Con concorrenza mi riferisco naturalmente ai sistemi che hanno un marketshare basso.

    In alcuni paesi Firefox OS è il terzo sistema come può farcela Ubuntu Touch? Vedremo :-)

    • Sci King

      Ho Firefox OS,ma anche Ubuntu mi intriga…per me il problema maggiore è la dirigenza…per me quella di Canonical sta facendo casino :)

  • Sciking

    Per me non entreranno molto in competizione…
    Come dite voi hanno un mercato molto diverso

  • NelloRoscini

    faccio il sistemista informatico
    ubuntu touch è ubuntu
    con i millemila tools linux per le reti e libreoffice
    per lavoro ora uso un notebook acer aspire one con lubuntu
    presto mi piacerebbe usare un tablet con ubuntu touch

    unity è pensata bene ,secondo me è veramente la prima gui che può unificare desktop e mobile .