Google Compute Engine: il cloud computing un passo avanti

2 luglio, 2012 Nessun commento »

Google porta il suo cloud computing su un altro livello e, confermando i rumors dei giorni scorsi, presenta Compute Engine, un nuovo sistema che permette di realizzare quello che viene definito Infrastracture As A Service (IaaS).


Grazie al Compute Engine sarà possibile installare una macchina virtuale personale all’interno dell’infrastruttura Google con indubbi benefici dal punto di vista delle performance e della gestione. In pratica, sfruttando questo nuovo servizio, i clienti Google potranno disporre di una propria istanza Linux mediante macchina virtuale ospitata sui server Google. Grazie al nuovo servizio l’utente avrà quindi a disposizione un’infrastruttura scalabile e potrà usufruire delle risorse effettivamente necessarie alla gestione delle attività eseguite sulla propria macchina virtuale.

Ciascuna macchina virtuale avrà a disposizione 1, 2, 4 oppure 8 core virtuali, ciascuno dei quali disporrà di 3,75 GB di memoria RAM: questo permette di ottenere un sistema perfettamente rispondente alle proprie esigenze di calcolo e in grado di far fronte in modo dinamico ai carichi di lavoro cui lo si sottoporrà con in più la garanzia di poter utilizzare tutte le ultime tecnologie a disposizione del gruppo in termini di connettività. A parità di costi, spiega il colosso californiano, sarà possibile ottenere circa il 50% in più di prestazioni rispetto alle soluzioni attualmente disponibili sul mercato.

Google, inoltre, garantisce l’utente circa l’efficienza e la disponibilità 24 ore su 24 dell’intera infrastruttura hardware e di servizi, così che le applicazioni installate all’interno di ciascuna macchina virtuale siano sempre disponibili, indipendentemente dalla loro complessità e con performance scalabili nel migliore dei modi. Per controllare le risorse a disposizione, i clienti potranno sfruttare sia tool da riga di comando che una comoda interfaccia Web, mentre sarà possibile anche migrare le proprie applicazioni verso i servizi di Google. A riprova della potenza del sistema, Google ha mostrato una demo nella quale venivano effettuati calcoli sul genoma umano utilizzando 600.000 core contemporaneamente!

google-compute-engine

Potrebbero interessarti ...